Betting Exchange e liquidità italiana

Il Betting Exchange arriverà in Italia verso la fine del 2013 o più presumibilmente nei primi mesi del 2014: anche nel nostro paese presto sarà possibile giocare mediante lo scambio scommesse. Il Betting Exchange è una modalità di gioco coinvolgente e appassionante, che consente di scommettere a quote decisamente più alte rispetto a quelle della modalità tradizionale.

Infatti, nel Betting Exchange sono gli utenti a decidere le quote in concorrenza tra loro, perchè la differenza tra Betting Exchange e scommesse tradizionali è che gli utenti possono decidere di bancare un evento, cioè assumere il ruolo del bookmaker. Quando un utente decide di bancare un evento stabilisce una quota da offrire ad altri utenti. Il bookmaker si limita a mettere a disposizione la piattaforma e trattiene una
percentuale su ogni transazione, invece che guadagnare dalle quote.

Il Betting Exchange nel 2013-2014 arriverà in Italia e, per avere un numero vasto di utenti tra i quali scambiare scommesse, si era parlato della possibilità di una liquidità europea. Una liquidità europea consentirebbe di scambiare scommesse con giocatori di altri paesi europei e non solo come utenti italiani, aumentando le possibilità di trovare utenti interessati a scambiare scommesse. Tuttavia, partire con una liquidità europea avrebbe significato rinviare l’arrivo del Betting Exchange in Italia, per via del tempo necessario a uniformare le diverse normative dei paesi europei. Il Betting Exchange nel 2013-2024 prevederà quindi una liquidità italiana, che sarà comunque più che sufficiente a divertirsi con questa nuova modalità di puntata, dato che l’Italia è il secondo paese europeo per numero di scommesse dopo il Regno Unito.

Il gioco è Vietato Ai Minori Di Anni 18
Può Causare Dipendenza